TUTTI I VINCITORI DELLA QUARTA EDIZIONE

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è sja-22.png

BEST CREATURE

Boneless

BEST CRITTER

the Fuzzies

BEST ENDING

the Revelation

BEST PRODUCTION DESIGN

Bad Acid

BEST SCARE

Who Goes There

BEST SCORE

13 Notes en Rouge

BEST SOCIAL HORROR

L’Armadio

MOST VIOLENT

13 Notes en Rouge

WEIRD AF

Super Z

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è fw-22.png

BEST HORROR SHORT SCREENPLAY

House Broken (Joseph Douglas Lint)

BEST HORROR FEATURE SCREENPLAY

Prodigium (Vincenzo Pandolfi, Filippo Santaniello)

BEST HORROR SHORT

the Hellish Family
(4.93 out of 5)

BEST HORROR FEATURE

the Revelation
(4.75 out of 5)

PRENOTAZIONE BIGLIETTI SINGOLI

Da ieri è possibile prenotare le singole proiezioni direttamente sul sito del KINEMAX cliccando sulla sezione acquista ora, al prezzo di 7.50€ l’una in alto a destra.

Ricordiamo che è possibile accreditarsi all’intero festival al costo di 30€ cliccando qui.

Sia l’accredito che i biglietti singoli possono essere acquistati anche direttamente al Kinemax Gorizia durante gli orari di apertura.

PROGRAMMA COMPLETO E APERTURA ACCREDITI

Be Afraid Horror Fest festeggia il suo quarto anno con un’edizione densissima. Un giorno in meno rispetto all’anno precedente ma un carico di contenuti, quasi del tutto in anteprima nazionale, tale da poter ricoprire un’intera settimana.

Centinatia e centinaia le opere che sono passate sotto ai nostri occhi, il lavoro di un anno intero che si traduce in questi numeri: undici lungometraggi, trentotto cortometraggi, ventisette sceneggiature e una ventina di paesi effettivamente coinvolti.

Pur avendo una selezione vasta e soprattutto varia, a malincuore abbiamo dovuto lasciare fuori alcune opere che magari con qualche giorno di festival in più avremmo inserito più che volentieri nel programma.

Da oggi potete anche accreditarvi al festival, abbonamento unico da 30€ per tutte le proiezioni. L’appuntamento come al solito è al Kinemax di Gorizia dal 25 al 27 Novembre 2022.

PROGRAMMA COMPLETO E ACCREDITI CLICCANDO SUI BANNER QUI SOTTO.

LA GIURIA DELLA QUARTA EDIZIONE

Ci abbiamo pensato a lungo e siamo giunti alla conclusione che quest’anno la giuria sarete voi. Ebbene si, il voto del pubblico deciderà le sorti dei film (e dei cortometraggi) in concorso, assegnando così i rispettivi trofei.

Pensiamo sia giusto coinvolgere attivamente il pubblico del festival soprattutto in un’operazione così importante. Alla fine, vuoi o non vuoi, il destino dei film in sala è tutto nelle mani del pubblico e così sarà anche alla quarta edizione del Be Afraid Horror Fest.

Niente di diverso dagli anni passati per quanto riguarda la schedina del voto, ritiro in cassa assieme al biglietto e consegna in cassettina a fine proiezione. Solito range che va da 1 a 5 e media voti per stabilire il risultato finale. E in caso di parità? Anche se piuttosto difficile, il tiebreaker sarà il numero di spettatori in sala. E in caso di ulteriore parità? Il buon senso e l’insindacabile giudizio del mega direttore galattico provvederanno a mettere fine alla disputa.

ACCREDITO STAMPA

Richiedi ora il tuo accredito stampa inviando una mail a beafraidhorrorfest@gmail.com indicando:
Nome e cognome di chi fa la richiesta.
– Il sito per il quale intendente scrivere e relativo link.
La direzione si riserva il diritto di approvare o meno la richiesta.

ANTICIPAZIONI: ITALIAN HORROR MARATHON

Con le ultime (piccole) cose ancora da definire prima dell’uscita del programma completo, non volevamo lasciarvi a bocca asciutta, ecco dunque una gustosa anticipazione su uno degli eventi che speriamo prenda piede anche nelle prossime edizioni del festival. Come avrete dedotto dal titolo, stiamo parlando dell’Italian Horror Marathon, dove verrà presentato (secondo il nostro modesto team) il meglio del panorama indie horror nostrano, in una lunga maratona (spettacolo unico) di due ore e mezza, ricca di ospiti tra registi, tecnici e attori.

Si parte con una carrellata di cortometraggi, a farci compagnia: la mamma zombie e i dolcetti Sicialiani di Martin Alan Tranquillini in DON’T EAT THOSE CASSATINAS; il terribile culto di Luigi Scarpa in IVI ELV; i mostri de L’ARMADIO per Matteo Macaluso; il demone di David A. Roncone in STUCK; Edgar Allan Poe in stop-motion di THE BLACK reCAT di Paolo Gaudio; i corpi nudi e la prigionia in THE MAIN COURSE di Edoardo Pasquini; il killer generato dalla mente di una bambina in THE PSYCHIATRIST di Mattia Bello.

Ma non è finita qui, perchè la maratona prosegue con il grindhouse pieno di mutanti alieni e mattanza: BONELESS, film d’esordio per il Friulano Dario Bagatin.

Si, ma di che parla questo Boneless?

Durante un viaggio di lavoro verso Venezia, una coppia offre un passaggio a un misterioso autostoppista (Francesco Roder). Una strada sbagliata, nel peggior momento possibile, porterà i protagonisti nel bel mezzo di una guerra intergalattica tra umani e alieni.

ITALIAN HORROR MARATHON in programmazione durante il festival Domenica 27 Novembre 2022 dalle ore 14, Kinemax Gorizia, sala 2.

POSTER DATE E PRIMI TITOLI

Dal 25 al 27 Novembre 2022 torna al Kinemax di Gorizia il Be Afraid Horror Fest, il primo festival internazionale in Friuli Venezia-Giulia interamente dedicato all’horror.

Giunto alla quarta edizione, il Be Afraid Horror Fest sarà come sempre ricco di anteprime nazionali con il meglio dell’orrore proveniente da tutto il mondo. Orrore che abbraccia ogni declinazione possibile del genere, dal vissuto quotidiano al classico folklore.
Come avranno notato i più attenti è prevista una giornata in meno, ma la direzione assicura che il numero di proiezioni rimarrà invariato, grazie all’aggiunta di uno (o più) matinée Domenicali.

Be Afraid Horror Fest prima di lasciarvi al magnifico poster sempre ad opera di Simone Arena (Topps Garbage Pail Kids), annuncia i primi titoli in selezione.

Ecco cosa vederemo al Kinemax Gorizia a fine Novembre:

CORTOMETRAGGI

ALIEN DICK di Ryan Kruger (Sud Africa, 2022), torna per il terzo anno consecutivo il vincitore della seconda edizione del festival, e lo fa con un corto che, come potete immaginare dal titolo, è esattamente quello che pensate.

L’ARMADIO di Matteo Macaluso (Italia, 2022), dalle streghe di a Witch is Born ai mostri nell’armadio. Altro gradito ritorno, questa volta dall’Italia.

THE MOON OF THE KURENT: THE RITUAL di Tomaž Gorkič (Slovenia, 2022), rituali demoniaci oltre confine, dal regista di Idila e the Curse of Valburga, un concetrato di satanismo e metal.

LUNGOMETRAGGI

THE GOOD FATHER di Shoh Kataoka (Giappone, 2022), Hana l’unica rimasta illesa in un terribile incidente che ha conivolto tutta la sua famiglia si ritrova a dover convivere con una madre in coma, una sorellina sfigurata e il padre ipnoterapista con una gamba paralizzata. Quando il papà di Hana riporta a casa la madre che sembra essersi rimessa del tutto da un giorno all’altro, s’insinua il dubbio nella ragazza che quella possa non essere la sua vera famiglia.

THE ONCE AND FUTURE SMASH + ENDZONE 2 di Sophia Cacciola e Michael J. Epstein (USA, 2022), nel 1970 Mikey e William hanno interpretato entrambi il giocatore di football cannibale Smash-Mouth, protagonista dello slasher Endzone 2, 50 anni dopo solo uno dei due avrà l’onore di indossare nuovamente la maschera. Mockumentary che gioca con tutti gli stilemi del genere, regalando momenti di ilarità incontrollabile in particolare (ma non solo) durante le interviste a Victor Miller (sceneggiatore di Venerdì 13 e Jason X) e Bill Johnson (Leatherface in Non Aprite quella Porta 2).

IL POSTER DELLA QUARTA EDIZIONE DEL BE AFRAID HORROR FEST